home > Cultura e Tradizioni > L'Abbazia di Cava dei Tirreni

L'Abbazia di Cava dei Tirreni

Fondata da S. Alferio Pappacarbone nel 1011, ebbe dai principi longobardi Guaimaro III e Guaimaro IV, le terre circostanti, l’esenzione delle imposte, la libera designazione degli abati da parte dei predecessori, o da parte della comunità. In seguito, Principi e Signori le offrirono feudi, beni e privilegi, proprietà o patronati su Chiese o Monasteri. Gli Abati finirono con l’avere una giurisdizione spirituale, dipendente solo dal Papa, sulle terre e le Chiese di cui l’Abbazia aveva la proprietà. L’abate, nel XII e XIII Secolo governava 340 Chiese, 90 Priorati, 29 Abbazie.
Il Beato Marino governava l’Abbazia quando fu fondato il convento di Santo Simeone a Piaggine. Marino fu plenipotenziario, tra l’altro, di Guglielmo I di Sicilia, per il concorda-
to con il Papa Adriano IV ed ebbe dal Papa Alessandro III le insegne pontificali, avendo
sostenuto lo stesso Papa, nella lotta contro Federico Barbarossa.

Nell'immagine a lato S. Alferio, fondatore della Badia (o Abbazia) di Cava de Tirreni tiene nella mano sinistra il bastone, simbolo di autorità, e nella mano destra l'Abbazia che ha fondato.

Sito Web della Badia di Cava de Tirreni

Nessun commento

inserisci il tuo commento


invia un commento
generic image
Digita i caratteri visualizzati nell'immagine
   
© 2011 Itinerario della cultura, delle tradizioni e delle risorse ambientali di Piaggine / Credits / Copyright immagini e testi   Valid XHTML 1.0 Strict   CSS Valido!